La presenza corporea è importante per il nostro benessere digitale in quanto ci permette di “accorgerci di”: accorgerci dei sensi che stiamo utilizzando (che, come abbiamo visto, nei nuovi media sono limitati), della postura che stiamo adattando, di come sentiamo le diverse emozioni nel corpo. Essere presenti vuol dire rompere l’automatismo che talvolta accompagna la nostra quotidianità, accettare di avere i nostri tempi…

Coltivando la presenza potremmo accorgerci di quanto, per esempio, solitamente non riusciamo a stare nell’incertezza: delegando ai nostri device, tendiamo a cercare subito una risposta chiara e univoca ai nostri quesiti. Se siamo presenti a noi stessi possiamo permetterci di sentire com’è stare nell’incertezza, non avere una risposta immediata, e vivere pienamente la nostra realtà.